In edicola dal 2 Giugno

.

La spada, il miglior amico del cavaliere

Arma che l’uomo cominciò a impugnare fin dagli albori della storia, la spada andò progressivamente caricandosi di valori simbolici che vanno ben oltre i confini dell’arte della guerra. Inseparabile compagna del cavaliere medievale, divenne anche la protagonista delle grandi saghe letterarie.

«Oh Durendal, valente, cosí sventurata foste! // Ora che muoio, non posso piú avere cura di voi (...) Non v’abbia uomo vile, giacché // v’ha finora tenuto un cosí buon guerriero // che mai vi sarà l’uguale in Francia, la santa (...) Oh Durendal, come sei chiara e tersa // Come splendi e fiammeggi sotto il sole! (...) Per questa spada ho dolore e pena: // preferisco morire piuttosto che vederla cadere in mano ai pagani (...) Oh Durendal, come sei bella e santa! // Non è giusto che dei pagani vi adoprino: // dai cristiani dovete esser servita. // Non vi abbia uomo che commetta codardia!». Leggendo questi versi della Chanson de Roland, si potrebbe pensare all’inno d’amore che un cavaliere rivolge per la sua donna; si tratta, invece, di Rolando, fedele paladino di Carlo Magno, il quale, in punto di morte, non ha parole che per la sua spada, Durendal (o Durlindana). In effetti, come vedremo nelle pagine del Dossier di questo numero di «Medioevo», tra il cavaliere medievale e la sua spada si costituisce un legame alquanto singolare. Ma per comprendere il valore simbolico di un’arma che ha accompagnato la storia dell’uomo per millenni occorrono alcuni antefatti.

I compagni del cavaliere

Ad avviso di Franco Cardini, nell’indagare la «preistoria» del cavaliere medievale, occorre considerare quelli che lo storico definisce i due arcani compagni di vita del cavaliere stesso: da un lato il cavallo, dall’altro, appunto, la spada. Se la piú antica regione della metallurgia sembra essere stata la Persia del Nord-Est, con diffusione della lavorazione del ferro attorno al XII secolo a.C. nelle regioni circostanti, in Europa la prima attestazione di tale tecnica risalirebbe attorno all’VIII secolo a.C., nelle zone abitate dai Celti. In particolare, si ritiene che i Celti fossero in grado di...

SEDE LEGALE E AMMINISTRATIVA

 

REALIZZAZIONE EDITORIALE

 

PUBBLICITÀ E MARKETING