In edicola dal 28 Febbraio 2020


IL SEME DEGLI STATI NAZIONALI

L’epopea delle monarchie è il racconto della storia politica d’Europa e delle sue multiformi tendenze amministrative: dalla rivoluzione dei regni romano-germanici al sogno universalistico-imperiale, dalla frammentazione generata dal feudalesimo fino a giungere ai prodromi dell’idea di Stato nazionale, dietro le cui acerbe espressioni si profila già il volto dell’età moderna. Il confronto tra due essenziali vocazioni ideologiche dell’età di Mezzo – centralismo e poteri locali – agita tuttora il dibattito politico a livello continentale, riecheggiando il malcontento che nel XII secolo il filosofo e vescovo inglese Giovanni di Salisbury esprimeva contro il governo imperiale, accusato di ergersi con dubbia legittimità a «giudice delle altre nazioni». Con le dovute differenze di profilo istituzionale, quell’antica polemica sembra ancora cosí sorprendentemente viva.

Nel nuovo Dossier di «Medioevo» – un minuzioso studio dedicato alle grandi monarchie – sfila una foltissima schiera di personaggi, regnanti e nobili, le cui biografie raccontano anche la complessa evoluzione dei modelli di autorità. Raramente associabile a una compiuta tipologia assolutista, il potere dei sovrani medievali risulta costantemente oggetto di revisioni e temperamenti nel corso dei secoli: la lotta con il papato ne limita l’estensione, come del resto l’epoca feudale, l’ascesa dei Comuni e l’emanazione della Magna Charta.

Ma anche quando l’ideologia carolingia investe la corona di attribuzioni divine, la figura del re si configura perlopiú come un primus inter pares, obbligato al compromesso con l’aristocrazia per ottenerne il necessario consenso. L’affascinante viaggio lungo la storia delle monarchie spagnole, francesi, germaniche e inglesi – ideale... (Continua la lettura sul numero di Medioevo Dossier in edicola o abbonati!)

SEDE LEGALE E AMMINISTRATIVA

 

REALIZZAZIONE EDITORIALE

 

 

PUBBLICITÁ E MARKETING